Animazione territoriale per costruire Reti Rurali Sostenibili

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Reti rurali sostenibili: l’animazione territoriale per lo sviluppo rurale

PSR Campania 2014 - 2020 locandina

Il Convegno sul PSR Campania 2014 – 2020 tenutosi il 15 aprile a Roccabascerana è stato un successo. Figure professionali, associazioni datoriali, enti del terzo settore, imprenditori del settore agricolo ed uffici della Regione Campania hanno posto al centro della riflessione e del confronto la necessità di valorizzare l’apporto degli attori locali a supporto dello sviluppo rurale attraverso la creazione ed il supporto di Reti rurali sostenibili.

L’evento è stato con la collaborazione della cooperativa sociale “La Solidarietà” di Benevento, che ha preso in gestione e trasformato il Borgo sociale di Roccabascerana e l’annesso bosco per promuovere inclusione sociale ed offerta turistica in un quadro etico e di sostenibilità.

Per sapere di più del Borgo di Roccabascerana => clicca qui

angelo-moretti

Angelo Moretti, responsabile Caritas Diocesana di Benevento

sabrina-autorino

Sabrina Autorino, Responsabile del Borgo Sociale di Roccabascerana

ursula-curatolo

Ursula Curatolo, Ufficio di Benevento della Regione Campania, responsabile delle attività di formazione per il PSR 2014-2020 ed Armando Mauro, Presidente del Consorzio FORMA

convegno-psr-roccabascerana

Enzo Pacca, in rappresentanza della CIA, Confederazione Italiana degli Agricoltori di Benevento e Raffaele Romano, agronomo, componente del Comitato Scientifico e Tecnico del Consorzio FORMA

adele-galdo

Adele Galdo, Psicoterapeuta, Direttrice Fattoria Sociale Isca delle Donne, Pratola Serra (AV)

veronica-barbati

Veronica Barbati, Direttrice Agriturismo Barbati, Roccabascerana (AV)

Molte le riflessioni interessanti, ecco le più rilevanti:

=> L’acquisto è un atto politico. Sapere che si acquista un prodotto che permette di realizzare anche inclusione sociale deve diventare un valore aggiunto di quel prodotto e della filiera che lo realizza.

=> Esiste un numero di giovani che hanno deciso di non emigrare e di investire le proprie motivazioni, i propri entusiasmi e le competenze acquisite, in progetti di valorizzazione di aziende locali già esistenti nel territorio. Il PSR e gli altri strumenti di sostegno imprenditoriale devono risultare a supporto di questi imprenditori, esemplari e coraggiosi, che valorizzano i sistemi locali di sviluppo.

=> C’è bisogno di rafforzare le reti di partner locali che possano interagire con la Regione Campania per definire di concerto le modalità migliori per realizzare attività formative e di animazione territoriale più efficaci per il reale sviluppo del territorio rurale.

In occasione del seminario, il Consorzio FORMA ha promosso l’iniziativa Reti Rurali Sostenibili che aggregherà partner di natura diversa per promuovere l’animazione territoriale “dal basso” necessaria ad ottimizzare l’utilizzo del fondi del Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020 in Campania.

 PSR-Campania-2014-2020-Reti-rurali-sostenibili

Attirare clienti. La scommessa vitale di imprese e professionisti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

(Tempo di lettura stimato: 5 min.)

 

Nelle fasi iniziali imprenditori e professionisti si trovano di fronte allo stesso difficile obiettivo: non solo trovare clienti, ma trasformarli in clienti fedeli. Questo è il valore più importante!

Vi riporto qualche veloce consiglio che ho amichevolmente “rubato” da Riki Branson, sempre intelligente e comprensibile. In un recente post nel suo blog, Riki consiglia a chi comincia di fare un passo indietro, fermarsi un attimo, a riflettere… (vedi, a questo proposito, il mio articolo DAI FORMA AL TUO DIARIO! L’imprenditore che riflette è un imprenditore di successo) e… pianificare il modo più opportuno di portare l’impresa (lo stesso vale per la professione) al livello successivo.

La prima cosa che dobbiamo fare è metterci nelle scarpe dei nostri clienti. Simulare e visualizzare bisogni ed aspettative dei nostri clienti è una pratica fruttuosa, che dovremmo esercitare con assiduità. Invece, spesso, corriamo! Corriamo dietro al cliente, corriamo dietro alla realizzazione del prodotto… Perdendo di vista la necessità di riflettere, leggere, ascoltare, annotare, e periodicamente rileggere ciò che abbiamo scritto (rileggi anche l’articolo sul piacere e l’efficacia di tenere un taccuino).

Quando ci si concentra sulla competizione per realizzare un profitto, spesso ne risulta che i bisogni dei clienti vengono trascurati o, addirittura, bistrattati, traditi! Esser capaci di concentrarci su ciò per cui i potenziali clienti si preoccupano di più ci aiuterà a trovare un vantaggio.

“Quando Virgin Atlantic è stata lanciata e ha avuto pochi passeggeri, ha agito in questa maniera. Siamo stati in grado di offrire a quei passeggeri un livello di attenzione che i nostri concorrenti non potevano assicurare: servizio limousine da e per l’aeroporto e servizi ed intrattenimento in volo, in maniera da rendere il loro viaggio molto più rilassante e piacevole”, dice Richard Branson.

“Il nostro piccolo gruppo di clienti era molto fedele, ed in poco tempo ci siamo trovati a competere con le grandi compagnie aeree”. La chiave è quella di definire aspettative realistiche, e poi superarle, preferibilmente in modi inaspettati e utili”.

Secondo Branson concentrarsi sui social media può essere utile per scoprire che cosa i clienti pensano dei nostri prodotti e servizi. E può essere prezioso come la pubblicità (e anche di più!) nella ricerca di nuovi clienti. Ma, quando si tratta di presentarsi, niente può esser meglio che parlare di persona con la gente. “Una volta che si è faccia a faccia con qualcuno ci vengono concessi, di solito, un paio di minuti per ciò che vogliamo dire, e questi dovrebbero bastare”, dice.

“Se ci vuole più tempo, significa che probabilmente non siamo pronti. Dobbiamo fare in modo di adattare la presentazione e garantire che essa si riferisca a loro personalmente.”

Lo spunto finale di Richard per attirare i clienti è quello di cui lui è maestro: ottenere che il nostro nome circoli là fuori. “Ci siamo affidati a promozioni intelligenti per proiettare il nome della Virgin nelle cronache”, dice.

“Ho colto tutte le opportunità. Ho tentato di battere il record di volo di una mongolfiera intorno al mondo nel più breve tempo possibile. Sono stato protagonista di uno spot American Express, dove ho usato la mia carta di credito per alimentare il mio veicolo – il nostro 747!” Una pubblicità che ha fatto sorridere la gente e ci ha dato una buona notorietà.

Attrarre clienti è la sfida più grande che aziende e professionisti devono affrontare, ma come dice Richard: “Una volta che avremo stabilito una base di utenti fedeli la nostra azienda potrà cominciare a salire nei risultati.”

L’articolo originale di Richard Branson è reperibile qui. 

branson


>> Resta in contatto con noi per gli aggiornamenti <<

>> Facebook <<   |   >> Sito web <<   |   >> Seguici / Follow us <<


“Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettare risultati diversi.” A. Einstein

©CONSORZIOFORMABLOG2016 – Formazione Ricerca Comunicazione

Seguici per partecipare alla discussione su come formarsi un futuro professionale ed imprenditoriale di successo. Blog a cura di Armando Mauro, Presidente Consorzio FORMA a r. l.